Il valore della psico-geografia nella comunicazione

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

La psico-geografia indica il valore comunicativo assunto dalla posizione delle parti. Non a caso, per esempio, con il passaggio dal processo penale inquisitorio a quello accusatorio di stampo anglosassone, la posizione del PM è stata spostata dal lato del giudice (dove si trovava inizialmente), ad essere di fronte al giudice, sulla stessa linea della difesa, a manifestare equidistanza delle parti dal giudice e parità di posizione reciproca. 
Nella mediazione, per esempio, il mediatore siede in posizione frontale rispetto alle parti in lite, ad indicare anche qui terzietà ed equidistanza. Pensate se, invece, sedesse accanto all’una o all’altra cosa verrebbe percepito.

Anche nelle riunioni in Studio la psicogeografia è molto importante.
 Sedere ad un tavolo accanto al nostro interlocutore, di fronte o ad angolo (a capotavola, per esempio) avrà un valore decisamente diverso. È come se inserissimo il contenuto di quanto diremo in un frame (cornice, filtro) diverso in un caso e nell’altro.

Ricordiamo allora che in riunione è meglio:

  • sedere di fronte all’interlocutore, se si vuole trasmettere formalità, distanza di posizioni, interessi contrapposti;
  • sedere ad angolo (a capotavola), se si vuole trasmettere autorità, posizione di controllo, formalità ma non eccessiva, possibilità di accordo;
  • sedere accanto, se si vuole trasmettere condivisione di vedute, interessi, posizioni, amicizia, vicinanza, informalità.

Nella formazione, invece, è utile ricordare che la disposizione della sala dovrà essere:

  • su file, se la formazione è frontale (senza interazione tra i partecipanti) o si vogliono trasmettere solo informazioni;
  • a semicerchio o ferro di cavallo, se la formazione prevede un certo grado di interazione tra i partecipanti;
  • a cerchio, se si vuole fare brainstorming.

Queste tematiche verranno affrontate nel corso del Mini Master Innovation Studio.

Vi aspetto in aula!

Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (PCC, Professional Certified Coach), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti e aziende.

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata in start-up in Italia e all’estero e in percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.