Stress: abbiamo la capacità di valutare correttamente le situazioni?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Lo stress è la reazione naturale prevista dalla natura per aiutarci ad affrontare le situazioni al meglio. La sua originaria finalità è stata quella di permetterci di sopravvivere nelle situazioni di difficoltà e pericolo. Senza di esso oggi non saremmo qui a parlarne, ma probabilmente ci saremmo estinti divorati da cacciatori famelici, o morti di fame in quanto privi di stimoli per recuperare il cibo necessario.

Quindi, innanzitutto, dobbiamo ringraziare lo stress. Altro discorso, invece, riguarda il distress, cioè la situazione di stress cronica in cui tutti noi oggi ci troviamo a vivere. Abbiamo in diverse occasioni affrontato il tema legato allo stress, distinguendo l’eustress dal distress.

Abbiamo già descritto i processi attraverso i quali le situazioni hanno un impatto stressogeno su ciascuno di noi e perché la stessa situazione provoca reazioni ben diverse su ciascuno di noi. Se l’impatto stressogeno fosse legato solo alle caratteristiche oggettive della situazione  (ad esempio, intensità dello stimolo, durata dello stesso ecc.) allora dovremmo avere reazioni se non identiche, quantomeno simili di fronte alla stessa sollecitazione, posto che comunque ciascuno ha un proprio livello di sopportazione diverso. Ciò che invece distingue soggettivamente tale impatto è la valutazione che ciascuno opera delle singole situazioni e delle conseguenze. Una udienza, per esempio, può essere valutata come importantissima e determinante per un avvocato e poco importante per un altro; oppure, la valutazione relativa alla capacità e mezzi per affrontare l’udienza potrà essere molto diversa tra un avvocato di lunga data e un giovane alle prime armi. Queste valutazioni e interpretazioni soggettive determinano l’impatto stressogeno della situazione.

Va da sé, quindi, che chi ha poca capacità di dare profondità alle situazioni e tende a vedere tutto bianco o nero, tenderà di conseguenza ad attribuire la stessa importanza a situazioni molto diverse tra loro. Conoscerete, immagino, qualcuno che tende a fare un dramma per piccole come per grandi cose, oppure che si stressa allo stesso modo per un impegno davvero importante e per uno invece di poco conto, oppure che entra in ansia per il piccolo errore come per il grande. Ecco, costoro, non riuscendo a dare gradazione di importanza alle situazioni, e alle relative conseguenze, prendono tutto come questione di vita o di morte e, di conseguenza, profondono le stesse energie, attenzione e stress nelle une come nelle altre.

In conclusione, è utile ricordare che se vogliamo ridurre lo stress di fronte alle situazioni dobbiamo:

allenare la consapevolezza di come approcciamo oggi le situazioni:

  • imparare a valutare le situazioni per le loro conseguenze reali
  • imparare a farci domande (dialogo interno), prima di lanciarci in soluzioni
  • imparare a prendere tempo di fronte alle situazioni prima di agire
  • confrontarci con altre persone per “tarare” la nostra capacità valutativa, se poco realistica
  • imparare ad alleggerire la pressione frazionando le situazioni in baby step
  • introdurre un po’ di humor nelle situazioni per ridurne il carico emotivo
  • provare nuove soluzioni per vedere cosa accade (feedback), invece di cercare alibi alla nostra pigrizia mentale.

Nel corso sulla gestione dello stress dedicato ai professionisti dell’area legale (avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, notai) i due momenti

1) conoscere meglio noi e lo stress per aumentare la consapevolezza

2) acquisire modalità di gestione efficaci – sono trattati con focus teorici ed esercizi pratici da introdurre subito nelle proprie abitudini quotidiane..

Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).