Ripartiamo dal Festival del Lavoro per parlare del nostro futuro

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Si aprono tra pochi giorni le porte del Festival del Lavoro, appuntamento annuale organizzato dal Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro, per fare il punto sul presente del mercato del lavoro, della tecnologia, dell’economia, coinvolgendo il mondo imprenditoriale, professionale, politico e accademico. Tre giorni dedicati a fare la fotografia del presente, ma anche a capire cosa ci attende e cosa possiamo fare per essere autori di un futuro migliore.

Quest’anno i temi sul piatto sono tanti e molti riguardano il futuro ricco di rivoluzione tecnologica a cui si accompagna una rivoluzione culturale.

IL FUTURO È NELLE VOSTRE MANI, BASTA SAPERLO AFFRONTARE NEL MODO GIUSTO. ECCO I 9 PASSI.

Da parte mia porterò il contributo legato a riflessioni sull’intelligenza artificiale che caratterizzerà sempre di più l’organizzazione delle imprese e di conseguenza il lavoro dei professionisti, che con le imprese si interfacciano quotidianamente, le frontiere delle nuove tecnologie che hanno oramai eliminato barriere spaziali e temporali, permettendo a ciascuno di lavorare in mobilità da casa (smart workers), in qualunque posto del pianeta, con nuove forme di lavoro, nuove dinamiche organizzative e nuove modalità per misurare le performance dei lavoratori.

Parleremo di organizzazione dello studio professionale, che deve saper rispondere alle richieste dei clienti in modo veloce, efficace e flessibile. Affronteremo il tema di come lo studio può comunicare e promuovere la propria attività, valorizzando la propria competenza e i propri servizi.

Insomma, tre giorni immersi a cercare di capire soluzioni, scenari, prospettive. Il futuro è fatto dalle nostre scelte, consapevoli e inconsapevoli; ciò che possiamo fare è prenderne atto, capire, fermarci un attimo e decidere il ruolo che vogliamo svolgere.

.

Vi lascio con le parole di Oscar Wilde:

“Molti temono le idee nuove, a me terrorizzano quelle vecchie”.

 


.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche LE CONDIZIONI SI CREANO, NON SI TROVANO

.


Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (PCC, Professional Certified Coach), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti e aziende.

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata in start-up in Italia e all’estero e in percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.