Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Ve lo ricordate Haward Cunningham di Happy Days? Siamo negli anni Sessanta e il papà di Richard e Jonie (“Sottiletta”, come la chiamava Fonzie) era solito andare alla Loggia del Leopardo, con tanto di mitico cappello in stile, per fare quello che allora era il marketing: esserci e far parlare di sè. Ok, eravamo oltreoceano, a Milwaukee, ma da noi non andava molto diversamente. Si coltivavano amicizie con il notaio del posto, con il direttore di banca, con il titolare dell’agenzia di assicurazione. Tutto era funzionale al nostro network di lavoro. Lo si faceva e non lo si chiamava marketing, ma di fatto anche quello lo era.

Anche da noi, poi, molti professionisti, sono iscritti a club e organizzazioni: dal tennis club, al Rotary, ai Lions. Anche qui buona parte della ragione risiede in logiche di marketing professionale. Insomma il comune denominatore è sempre stato per i professionisti il farsi conoscere e attrarre clienti attraverso passaparola. Era ciò che si sapeva fare, che non costava nulla (o quasi), in cui si era già bravi e soprattutto…ciò che si poteva fare.

Il canale era dunque unico e racchiudeva in sè il brand, il logo, la reputazione, l’immagine dello studio, l’attività di pr (public relation). Per decenni è andata così. Poi ad un certo punto le cose sono cominciate a cambiare.

Siamo alla fine degli anni Novanta e assistiamo a novità importanti che hanno cominciato a scuotere il “tranquillo” mondo professionale che sembrava lontano da logiche imprenditoriali o, tantomeno, commerciali.Ma cosa accade in questi anni? Il numero dei professionisti è in costante aumento; l’Italia assume una dimensione Europea con conseguente allargamento del mercato e nuova competizione anche oltrefrontiera; la normativa con il decreto Bersani sulle liberalizzazioni introduce la possibilità di svolgere attività promozionale per i professionisti; Internet si diffonde a macchia d’olio nella popolazione.

Dall’inizio del nuovo millennio Internet ha assunto un ruolo Sempre più importante nel business per imprenditori, commercianti, artigiani, servizi.  Per i professionisti sembrava di no, finché anche per loro c’è stato uno scatto in avanti. E’ solo negli ultimi tempi, parliamo più di mesi che di anni, anche nel settore professionale si è cominciato a vedere la Rete come strumento di business: un modo nuovo per esserci, per farsi trovare e per mantenere le relazioni con chi è già cliente. I professionisti, restii ad ogni tipo di cambiamento che incida sulle abitudini consolidate, stanno assistendo ad un fenomeno che solo pochi anni fa sembrava remoto: il passaparola, il caro vecchio passaparola su cui si sono fondate le radici di generazioni di studi professionali, si sta spostando dalle piazze, dalle vie, dai negozi…al Web, luogo su cui un terzo della popolazione italiana intrattiene quotidianamente rapporti. Così, dati alla mano (Google Adwords in primis), si registrano milioni di ricerche in ambito professionale ogni mese nel nostro Paese tramite Google, nascono forum e blog di discussione tra utenti su tematiche professionali, sbocciano directory e i social network diventano le nuove piazze virtuali dove gli utenti si scambiano informazioni, sensazioni, consigli.

Insomma, se il nostro Haward fosse ancora tra noi, non uscirebbe più il lunedì sera per recarsi alla Loggia del Leopardo, si collegherebbe comodamente da casa col suo mac e forse Fonzie non farebbe più le riunioni nel suo ufficio (ve lo ricordate? aveva l’ufficio nei bagni del locale), ma avrebbe messo su una pagina di fan su Facebook.

Tempi che cambiano. Buona settimana a tutti!

Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).