Professionisti, conoscete i vostri clienti? Il web può aiutare, se sapete come fare

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Quando si parla di Internet e di Web tutti lo immaginano come una grande vetrina o un grande mercato in cui proporre e vendere i propri servizi. Questa è sicuramente una visione corretta, ma unilaterale. Il web è anche uno strumento di informazione molto utile.

Pensiamo all’avvocato o al commercialista: quanti di voi effettivamente hanno preso e utilizzato il web per capire meglio il vostro cliente di cosa si occupa, come, la sua organizzazione, stile, valori? E come possiamo fare tutto ciò? In almeno due modi: chiedendoglielo, relazionandoci con il nostro cliente, e andando a vedere il suo sito Internet.

Dal sito si capiscono molte cose

Dal sito di un’azienda, una società, un professionista si capiscono molte cose, molte di più di ciò che il sito dice. Possiamo in questo modo capire il livello tecnologico del nostro interlocutore, la sua propensione al cambiamento, i valori che lo animano, le attività su cui punta, l’organizzazione che presenta al pubblico etc.

A cosa servirà tutto ciò?

Beh, innanzitutto, più sappiamo del nostro interlocutore, più sapremo come muoverci nella gestione del rapporto. In secondo luogo, potrei venire a scoprire che al mio cliente manca l’assistenza su determinate aree che il mio business copre. In terzo luogo, possiamo affiancare il cliente in scelte strategiche per il suo business (che ora conosciamo meglio) e non limitarci ad eseguire le attività che ci ha richiesto.

Non solo il sito del cliente può essere utile a darci queste informazioni. Per rimanere nel mondo digitale, anche il profilo Linkedin del cliente, piuttosto che la pagina di Facebook o cosa twitta su Twitter ci possono dire molto di lui.

Quindi?

In conclusione, non limitatevi ad utilizzare il web come una vetrina, quindi in modo unidirezionale, ma allargate la vostra visione e considerate anche tutta la funzione di archivio di informazioni che il web svolge.

Infine, dire ad un cliente che si ha avuto modo di vedere il suo sito e cosa ci è piaciuto, è un altro modo per entrare in empatia con lui e per dimostrargli l’interesse con cui lo stiamo assistendo.

Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (PCC, Professional Certified Coach), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti e aziende.

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata in start-up in Italia e all’estero e in percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.