Napoleone insegna…anche ai professionisti

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

I grandi manager conoscono bene le biografie dei più famosi strateghi della storia. Uno per tutti fu Napoleone. Non lasciò mai nulla al caso. Capì che la fortuna poteva essere inglobata nella strategia e diventare forza propulsiva controllata e non casuale. La sfortuna, a sua volta, poteva essere gestita se non evitata. La sua forza consisteva nel saper adattare in corso d’opera le proprie scelte. Niente scuse, niente alibi. Solo mutate condizioni che grazie ad un’attenta pianificazione conseguente ad un accorto studio del territorio, delle condizioni climatiche e dell’avversario gli permettevano di non essere colto di sorpresa, non completamente, almeno.

Fu audace, conquistò e governò. Fu rivoluzionario, su tutto, sulle strategie e sulla pianificazione. Napoleone valutava le diverse opzioni, considerava i diversi scenari e le conseguenti soluzioni. Un unico grande piano fatto di tanti piccoli scenari mutevoli, fluidi, variabili considerati e affrontati a tavolino, per quanto possibile.

Sapeva che la pianificazione riguardava comunque un momento di “teoria”, lontano dalla realtà che come tale è e rimane non completamente prevedibile. Ma i muscoli, così facendo, sono allenati e i riflessi pronti. I muscoli mentali, ovviamente.

Sapeva Napoleone di avere a che fare con persone, esseri umani volubili, deboli e imprevedibili. Ciò tanto per le proprie truppe quanto per le truppe avversarie. Con questo aveva imparato a fare i conti: l’imprevedibilità dell’essere umano e degli eventi. Ma a questa imprevedibilità aveva imparato a far fronte, a domarla nelle sue previsioni.

Quindi parola d’ordine nei suoi piani era “flessibilità”. Capacità e velocita nell’adeguare alle circostanze le strategie. Tutto il tempo passato a studiare e pianificare non deve portare ad ingessare le nostre scelte e il nostro modo di agire, bensì esattamente il contrario, a renderlo più malleabile, scomponibile e ricomponibile in mille vesti. Tutto, purché sia funzionale ai nostri piani, ai nostri obiettivi.

Chi è lungimirante non agisce dunque in base al contesto, ma nonostante il contesto. Crea le condizioni e sa resistere alle avversità. Non scarica su altri le colpe, ma sfrutta le informazioni, anche le più avverse, per rinforzare la propria azione.

Bene, mi direte, tutto ciò cosa c’entra con il professionista del 2012? Quel povero malcapitato che si è trovato a cavallo, suo malgrado, tra i mutamenti epocali di un mondo, professionale e non, cristallizzato da un lato e imprevedibile dall’altro?

C’entra, c’entra. Se un tempo – fino al 2009 circa – il professionista poteva ancora permettersi di agire ad istinto, senza pianificare, senza conoscere bene il territorio su cui si muoveva, il mercato e i concorrenti, ora non è più così. E chi sopravviverà, per dirla alla Charles Darwin, non è lo studio più forte, non il professionista storico, bensì quello più adattabile, flessibile, agile. E chi è il più adattabile? Colui che ha la capacità di modificare in corsa la propria azione. Colui che ha l’apertura mentale verso nuove soluzioni. Colui che non si arrocca su vecchie posizioni, ma capisce che deve innovare, sviluppare, modificare. Colui che invece di spendere il tempo a preoccuparsi, lamentarsi o difendere situazioni datate, investe il proprio tempo ad acquisire nuove conoscenze e competenze. Colui che invece di guardare immobile lo scenario intorno che cambia, entra in sintonia con i cambiamenti e cambia insieme a loro.

Se Napoleone fosse tra di noi oggi studierebbe con attenzione lo scenario prima di muoversi. Analizzerebbe le truppe a disposizione prima di pianificare. Ascolterebbe gli umori dei suoi uomini prima di mettersi in marcia.

Fate qualcosa di simile in studio da voi? Vi fermate mai a studiare le vostre risorse? A confrontarvi coni vostri uomini? A capire meglio lo scenario che vi avvolge? A pianificare azioni in funzione di obiettivi precisi? 

No?! Allora leggetelo, il grande Comandante, è più attuale di molti esperti nostrani. Sarà illuminante, come solo i grandi personaggi della storia sanno essere fuori dalle epoche e dai contesti.

 

Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).