La leadership di genere: chi è meglio tra uomo e donna?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Indice dei contenuti

Chi è il miglior leader tra uomo e donna? Domanda mal posta, potremmo dire. Già, ma è quello che solitamente leggiamo… Non esiste un meglio o peggio, in quanto la diversità non entra nelle graduatorie, ma nella eterogeneità delle situazioni e delle risorse necessarie a gestirle. Leggo spesso di questi temi e la sensazione che spesso mi assale è alternativamente quella dell’assalto della diligenza, dove c’è un tesoro (la supremazia maschile in questo settore) da tutelare per alcuni, oppure della tutela del panda dall’altro, dove c’è da tutelare una minoranza prossima all’estinzione (o che fatica a moltiplicarsi motu proprio).

Possiamo cambiare definitivamente prospettiva?

C’è un approccio alternativo alla questione, mi chiedo? Possiamo spostare la prospettiva per aprire nuovi tipi di considerazioni? Possono le due cose convivere e, anzi, alimentarsi a vicenda, senza prese di posizione garantiste od oltranziste? Penso proprio di sì.

Come tutte le diatribe intorno al concetto di genere, spesso non ci si accorge che il problema non esiste, se non nel nostro approccio che lo rende tale. Se parliamo di leadership, è ancora il caso di parlare di “generi” di leadership? Non stiamo forse alimentando una battaglia senza l’oggetto del contendere? A meno che l’oggetto non sia la risposta: a chi spetta il potere. Ma se non siamo in questa ottica, allora che senso ha parlare ancora di chi sa esercitarlo meglio tra uomini e donne? L’esercizio della leadership è una questione soggettiva e non di genere. Come ci sono leader uomini fantastici e altri scarsi, così anche per le donne vado lo stesso. Ma il punto di partenza non è il genere, in questi casi, ma l’attitudine delle persone: uomini, donne, gay, bianchi, neri, rossi o gialli che siano.

Banalizzare non serve a risolvere. Complicare inutilmente neppure

Come nel famoso film I Picari, di Mario Monicelli (1987) con Vittorio Gassman e Giancarlo Giannini, vogliamo forse riproporre la scena dei due viandanti a cavallo che per far cedere il passo all’altro cominciano a sciorinare ciascuno la propria genealogia fatta di papi, marchesi e duchi conte? Vogliamo così ricordare leader al femminile come Coco Chanel, come la Tatcher, la Merkel o Madre Teresa di Calcutta, contrapponendoli a leader al maschile, da Churchill a Kennedy, da Ghandi a Jobs? Che senso avrebbe, vero? Sono le PERSONE che contano, portatrici di idee, valori e azioni, non i generi o i colori.

Ripartiamo dunque da qui a costruire un mondo migliore nella politica, nelle organizzazioni aziendali, nella professione, nella famiglia.

Buon lavoro a tutti e…buona visione con la scena de I Picari, che meglio di ogni altro discorso ci fa capire la stoltezza di cui facciamo parte quando ci poniamo male i problemi.

Per approfondire i temi della Leadership e della gestione dei collaboratori guarda il programma e iscriviti al Master Class Business:

Ti aspetto in aula!

Risorse correlate

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).