Il leader coach nello Studio professionale e l’importanza del feedback

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Perché una struttura organizzata possa crescere e possano con essa crescere i livelli qualitativi dei servizi e le performance, un momento centrale è rappresentato dai feedback. Fondamentale è che tutti i componenti del team di Studio crescano costantemente, in modo che la crescita sia equilibrata e costante. In caso contrario, la crescita riguarderebbe solo alcuni settori dello Studio, alcune seniority o figure. È come se un aeroplano volasse inclinato, invece che con un assetto aerodinamico in equilibrio.  Mancanza di aerodinamicità corrisponde a maggior attrito e quindi maggior fatica nel percorso e inefficienze. La stessa cosa accade anche per lo Studio professionale la cui crescita avviene a scacchiera, invece di coinvolgere l’intero team.

feedback nello studio professionale

Abbiamo già analizzato come il cambiamento e la crescita possa sostanzialmente seguire due grandi modalità operative: l’innovazione, che ha come vantaggio un salto di qualità immediato a fronte, però, di investimenti importanti e il continuo costanze miglioramento (kai-zen) che ha come vantaggio la crescita dell’intera organizzazione senza particolari investimenti (in termini economici) a piccoli passi costanti nel tempo.

Il feedback rientra a pieno titolo tra gli strumenti di crescita costante nel tempo dei collaboratori. Più volte abbiamo approfondito il tema del feedback circa la metodologia con cui deve essere dato. Analizziamo ora l’importanza dell’avere chiaro l’obiettivo per cui viene conferito il feedback al collaboratore dal titolare di Studio o dal team leader. Il feedback è l’informazione (opinione, critica ecc.) con cui un soggetto “restituisce” all’interlocutore ciò che pensa e ha capito dell’attività o comportamento tenuto da quest’ultimo. Perché sia effettivamente utile per chi lo riceve (il collaboratore) dev’essere dato nell’interesse di quest’ultimo. Ciò avviene se il feedback permette al collaboratore di aumentare il proprio livello di consapevolezza sulle proprie risorse e sui propri comportamenti, in modo da potervi intervenire e così migliorare. Spesso, invece, il feedback viene dato per dimostrare che chi lo da ne sa di più, oppure che il destinatario non è in grado ed ha deluso le aspettative. Il più delle volte il feedback è dunque più criticismo (distruttivo) che non opinione/critica costruttiva; il più delle volte è rivolto al passato più che al presente e crea scontri invece che confronti tra gli interlocutori.

All’interno dello Studio professionale il leader, sia esso il titolare o il team leader, per essere tale e rivestire anche la figura di leader-coach deve rappresentare un momento di confronto costruttivo con i propri collaboratori, un punto di riferimento e di ispirazione su cui riporre fiducia. Laddove i collaboratori stentino a confrontarsi con il capo, cerchino di nascondere ciò che non ha funzionato e vivano in uno stato di continua tensione e ansia da confronto, ecco che tutte le spie di una mancanza di leadership positiva sono accese. Il clima di Studio è a rischio e con esso le relazioni, la qualità del lavoro e, infine, le performance che si traducono alla fine in denaro (mal speso o non guadagnato).

Se proviamo poi ad analizzare molti Studi professionali caratterizzati da un grande turnover dei collaboratori, scopriremo con buone probabilità che le ragioni principali che spingono i collaboratori ad andarsene non sono di tipo economico (come spesso appare), ma di tipo relazionale, soprattutto legate alla mancanza di crescita percepita dal collaboratore per mancanza di rapporti costruttivi (feedback) con il titolare o il team leader da cui dipende.

Poiché il feedback non costa nulla e porta con sé enormi vantaggi per lo Studio, è sicuramente un argomento che tutti gli Studi professionali dovrebbero  approfondire e a cui sarebbe utile dedicare maggior tempo visti gli importanti ritorni sia economici che di qualità del lavoro.

Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).