La gestione del team in studio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Fare il capo non è semplice e chi lo è lo sa. Spesso non sai se essere duro o morbido con il collaboratore; se puntualizzare o lasciar andare; se pretendere tanto o accontentarsi.
La gestione dei collaboratori apre un capitolo nuovo di queste puntate dedicate all’organizzazione di studio, perché si passa dall’organizzazione di progetti, luoghi, procedure, alla gestione delle persone. Entrano quindi in gioco aspetti psicologici, emotivi e relazionali che ciascuno porta con sé, magari da lungo, lunghissimo tempo.
Troviamo così titolari di studio che non sanno farsi valere con i collaboratori; chi preferisce fare da sé, piuttosto che delegare, perché non si fida; chi non sa dire di no; chi si accolla le tensioni degli altri, e così via.
La gestione dei collaboratori coinvolge tematiche a cavallo tra managerialità e leadership.
Differenze? Beh, il manager organizza, il leader guida. Il manager cerca di ottimizzare e razionalizzare puntando all’efficacia e all’efficienza, il leader cerca di essere un ispiratore, una guida, un motivatore. Il primo vede nelle persone ciò che sono, il secondo ciò che possono diventare.

Il cappellino da manager

Come abbiamo visto nelle puntate precedenti, per poter gestire efficacemente un gruppo, il professionista deve dismettere i panni del tecnico e indossare quelle del manager.

Parte del tempo del titolare di studio e del team leader dovrà essere destinata a questa attività

L’organizzazione delle attività passa attraverso la gestione delle persone, come la gestione del tempo e dello stress. Gestire le persone vuol dire passare tempo con loro per conoscerle, sapere quali sono le leve motivazionali di ciascuno, quali sono le aspettative, i punti di forza e di debolezza.  Come il coach di una squadra conosce i suoi uomini, così anche il team leader in studio deve conoscerli e saperli motivare adeguatamente, uno per uno.

Il leader in studio

Nel momento in cui non ci limitiamo più a gestire il presente, ad organizzare, razionalizzare e ottimizzare, ma ci occupiamo di condurre, di guidare, ecco che siamo passati sul carro della leadership. Il leader deve essere autentico (sé stesso), un buon comunicatore che instaura empatia, apparire giusto, avere carisma e la giusta dose di autorevolezza. Il leader non si preoccupa di piacere, si occupa del bene comune e, se deve farlo, prende anche decisioni impopolari, tese al benessere collettivo. Il leader non è temuto, ma rispettato, è vissuto come un esempio, come fonte di ispirazione, come un punto di forza dell’organizzazione.

Qualche regola per migliorare

Vediamo alcune regole utili per gestire con efficacia i collaboratori di studio:

  1. Nelle relazioni salvaguarda l’identità delle persone e parla del fatto;
  2. Cerca di parlare del futuro e il meno possibile del passato, per evitare la polemica;
  3. Lascia sempre una via di fuga al tuo interlocutore, evita di infierire quando sei forte nella relazione;
  4. Sii chiaro nel manifestare le tue aspettative;
  5. Impara a fare molte domande ai collaboratori e limitare di muoverti con pregiudizi;
  6. Crea piani di crescita differenziati in base alle leve motivazionali di ciascuno.

Vedremo nei prossimi articoli tre strumenti fondamentali di gestione dei collaboratori e delle attività: le riunioni, la delega, il feedback.

Per ora buon lavoro.

Scarica l’ebook “GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DELLO STUDIO PROFESSIONALE

Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).