Errori? Impariamo a relativizzare. Ecco come possiamo fare

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Indice dei contenuti

Prendiamo spunto oggi dall’intervista su Donna Moderna dedicata alla creatività e le condizioni per nutrirla. Alle domande della giornalista ho risposto, in buona sostanza, che la condizione per essere creativi è la leggerezza d’animo con cui si affrontano le sfide. Prendere troppo sul serio i risultati e i relativi rischi di fallimento è sicuramente un fattore di “irrigidimento” che non aiuta.

Voler essere “certi che”, cercare sicurezze non fa altro che alzare l’asticella della sfida che abbiamo davanti.

Ma qual è il giusto approccio alle sfide?

La cosa migliore è partire dall’idea che la vita è un tentativo, che ogni nostra azione non è altro che un tentativo verso un risultato. Impegnarsi per cercare di fare il nostro meglio per raggiungerlo è un’ottima cosa, ma muoversi solo se si è “certi che” non è un buon approccio.

Ciascuno di noi sa che più cerchiamo certezze e più non le troviamo, innescando un circolo vizioso che porta all’inattività e, alla lunga, alla demotivazione. Non parliamo poi della quantità di stress collegato all’atteggiamento del perfezionista.

La creatività, il trovare soluzioni innovative, il “buttarsi” nelle nuove situazioni richiede una certa “filosofia” di vita legata al relativizzare le situazioni e alla capacità di abbassare l’asticella del salto in alto nelle sfide, invece di alzarla come spesso facciamo.

Cosa fare dunque per aiutarci?

Sicuramente possiamo diventare i migliori alleati di noi stessi nel momento in cui prendiamo con filosofia le sfide e già in partenza ci prepariamo ad imparare dai nostri errori, invece di giudicarli. Due sono gli elementi magici di un sano approccio alle sfide:

dare il nostro meglio e viverle come un’esperienza che comunque ci arricchirà, anche se sono stati fallimenti o abbiamo commesso errori.

Cosa non fare?

Vediamo cosa non ci aiuta di certo:

  1. Cercare certezze abbiamo visto che non aiuta (ed è di fatto inutile, perché non esistono).
  2. Il perfezionismo irrigidisce le cose e rende più pesanti le esperienze vissute.
  3. Il giudizio non serve a nulla e ci fa solo del male, sia dal punto di vista dell’autostima, sia dal punto di vista delle performance.

Allora? In concreto come possiamo migliorare l’approccio alle sfide?

Impariamo ad allenare l’approccio alla vita come un meraviglioso esperimento, dove nessuno nasce “imparato” e dove nessuno mai ci ha garantito risultati o che sia facile. Roosevelt quando diede inizio al News Deal nel 1933 la definì  come un’ostinata sperimentazione!

Diamoci dentro senza timore di sbagliare e ricordiamoci sempre di coltivare la felicità ogni giorno!

Risorse correlate

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).