Cosa sono le emozioni e perché ne diventiamo dipendenti?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Che cosa sono le emozioni? Cosa producono gli stati emotivi che viviamo? Si può diventare dipendenti dalle emozioni?

Le neuroscienze hanno oramai raggiunto alcuni traguardi importanti nel capire come funziona il nostro cervello. Uno di questi attiene alla neuro plasticità, quindi al fatto che il nostro cervello è l’unico organi dell’organismo a cambiare continuamente, e l’altro  che le emozioni sono materiali, fatte di chimica, tangibili.
.

Partiamo dalla neuro plasticità

Ciò che le neuroscienze hanno stabilito con certezza da tempo è che il nostro cervello si modifica fisicamente in continuazione. Ogni qual volta noi facciamo una nuova esperienza, che sia annusare qualcosa di nuovo, apprendere un nuovo concetto, conoscere una nuova persona, nel cervello si verifica un cambiamento. Questo cambiamento riguarda i nuovi cablaggi, cioè nuove reti neuronali all’interno delle quali viaggia la nuova informazione consistente in impulsi elettro-chimici Se poi ripeteremo quell’esperienza più volte, permettendo agli impulsi elettro-chimici di viaggiare più e più volte all’interno delle nuove reti neurali, allora quelle connessioni si consolideranno, rinforzandosi fino a diventare stabili e avremo così creato una abitudine e una competenza.
.

Le emozioni sono qualcosa di materiale

A ciascuna emozione corrisponde una tipologia di elementi chimici – peptidi – che si producono nel nostro organismo in corrispondenza ad una determinata emozione. Vi sono così peptidi per l’ansia, la depressione, la gioia, la rabbia, la delusione e così via.
Cosa comporta tutto ciò? Che se noi viviamo molto spesso una certa emozione, un certo stato d’animo, si produrranno altrettanto spesso gli elementi chimici corrispondenti, che verranno letteralmente assorbiti dalle cellule del corpo attraverso appositi recettori. Alla lunga ciò che accadrà è che diventeremo sensibili, dipendenti, in particolare dagli elementi chimici che produciamo più di frequente, quindi dagli stati emotivi corrispondenti. Come dire: se sono spesso arrabbiato, mi abituerò ad avere in circolo i peptidi corrispondenti alla rabbia; se sono sempre triste, mi abituerò ad avere tali elementi chimici nel sangue. La conseguenza ulteriore è che quel'”abituarsi” corrisponde ad una vera e propria dipendenza. Un po’ come accade per le droghe o per l’alcool. Se nutro il mio organismo di determinate sostanze chimiche dopo un po’ ne diventerò dipendente, ne avrò bisogno.
.

Cosa comporta la dipendenza dalle emozioni?

Le persone che sono sempre in ansia, vanno a cercarsi le situazioni corrispondenti, concorrono a crearle, magari inconsciamente, ma ne hanno bisogno, si sentono strani altrimenti. Chi vive costantemente sotto stress, quando va in vacanza si sente strano, perso, smarrito, perché sta vivendo emozioni diverse da quelle a cui ha abituato il proprio organismo e tenderà, soprattutto all’inizio, a ricercare le emozioni solite, anche se sono spiacevoli, ne sarà di fatto dipendente.
Chi è sempre polemico, arrabbiato, pessimista, creerà intorno a se le situazioni che produrranno quello stato d’animo a cui corrispondo i relativi peptidi di cui ha bisogno, da cui è dipendente.
Una persona che vive di problemi, se un giorno non ne ha…se li va a cercare, li crea lui stesso, perché ne ha bisogno.
Al contrario, una persona sempre di buon umore, se ha un giorno storto, non vede l’ora che finisca, perché non sopporta quello stato d’animo che non gli appartiene. Ciò di cui nutrirete il vostro organismo (e la vostra mente) avrete di conseguenza. Sta a voi decidere – sì avete capito bene, letteralmente decidere – di vivere in un certo stato d’animo piuttosto che un altro. L’esterno ha una influenza meno determinante di quanti molti pensano. Siamo noi produttori di realtà, interpreti di situazioni e creatori di emozioni.
Fate le vostre considerazioni, tenendo presente che gli stati emotivi vanno coltivati nel lungo periodo perché creino nuove connessioni neuronali, nuove abitudini e dipendenze chimiche dentro di noi.
Buon lavoro!

Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).