Condividi

Crisi: e se lo stesso tema lo dessero ai noi oggi?

Indice dei contenuti

Tempo di maturità. Tempo di esami. Il primo di una lunga serie che scandirà la vita delle giovani generazioni così come ha scandito la vita dei quarantenni e cinquantenni d’oggi. Uno dei temi proposti quest’anno sull’attualità, tra crisi, lavoro e soluzioni innovative riguarda Montale, i giovani, la crisi e un frammento del famoso intervento di Steve Jobs all’Università di Stanford nel 2005 conclusosi col “siate affamati, siate folli” (stay hungry, stay foolish).

E se quello stesso tema, oggi, lo sottoponessero a chi è già in campo a giocare la partita come professionista dei numeri o delle regole, commercialisti e avvocati in primis?

Sarebbe interessante confrontare lo sguardo fresco e ancora carico di sogni di chi vive, per usare un gergo calcistico, nei vivai giovanili in attesa di scendere in campo nella squadra di prima categoria per la partita vera, con chi quella partita se l’è o se la sta ancor giocando con molti meno sogni e più realismo. Come risponderemmo con anni di esperienza alle spalle? Cosa consiglieremmo ad un giovane dopo aver, ciascuno suo malgrado, visto prima o poi infrangersi l’entusiasmo dei sogni e dei progetti sugli scogli della realtà, sempre più dura di come ce l’eravamo aspettata? Che cosa diremmo oggi a chi ha, e deve continuare ad avere, quel fuoco dentro che come ogni nuova generazione purifica gli errori delle precedenti, come ogni buon contadino fa delle steppe invernali all’inizio di ogni nuova primavera? Saremmo ancora capaci di riconoscere questa esigenza nel nuovo che si affaccia, di non smorzarla con il nostro cinismo acquisito sul campo, con la durezze difensiva che abbiamo gioco forza dovuto conquistare come un trofeo da esporre in bacheca? Sapremmo riconoscere da adulti, come il buon vecchio padre di famiglia – come fece Zeus col figlio Prometeo che quell’ordine dato non voleva riconoscere – che il nostro ordine, la nostra esperienza, le nostre delusioni potranno essere la base per un mondo migliore dei nostri figli?

Ci parliamo “addosso” dalla mattina alla sera. Ci lamentiamo, in continuazione, come in un circolo dantesco infernale da cui non vi è via di scampo. Stessi movimenti ogni giorno, stesse parole ripetute col pilota automatico. Stessa emotività congelata per non sperare più, perchè crederci (molti pensano) può fare più male che non crederci più.

Cosa potremmo dire oggi ad un figlio che affronta la maturità (sua, in una società che l’ha certo raggiunta)? Che Steve Jobs nel suo essere folle e affamato, nella sue straordinaria unicità, aveva saputo mantenere quel fuoco sacro delle passioni, dei desideri, ma che è un’eccezione, americana per giunta? Che non è un esempio “reale”? Che la realtà è un’altra? che è meglio abbandonare presto passioni e sogni per prendere contatto con questa (triste) realtà?

No! E ancora no!

Vai, innova, costruisci, sbaglia e ricostruisci. Mantieni vivo l’entusiasmo, la voglia di meravigliarti, di provare e riprovare. 

La crisi, prima ancora che economica e di lavoro, è di ideali, passioni e coraggio. Persi questi, non avrai più nulla che valga la pena.

Mario Alberto Catarozzo - Founder Partner & CEO MYPlace Communications

In evidenza

Risorse correlate

AI Revolution

Corso base e avanzato di Intelligenza Artificiale per Studi professionali

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter

    * I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

    Mario Alberto Catarozzo

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, è specializzato nell’affiancare professionisti, manager e imprenditori nei progetti di sviluppo e riorganizzazione.
    È fondatore e CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione nel business. Nella sua carriera professionale è stato dapprima professionista, poi manager e infine imprenditore. Per questa ragione conosce molto bene le dinamiche aziendali e del mondo del business. Si è formato presso le migliori scuole di coaching internazionali conseguendo le maggiori qualifiche del settore.
    Collabora con Enti, Istituzioni e Associazioni professionali e di categoria e lavora con aziende italiane e internazionali di ogni dimensione, dalle pmi alle multinazionali.
    È autore di numerosi volumi dedicati agli strumenti manageriali e di crescita personale e professionale. È direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore e autore de “Il Futuro delle professioni in Italia” edito da Teleconsul editore.
    Professional Certified Coach (PCC), presso la International Coach Federation (ICF).
    Per sapere di più sulle attività di formazione, coaching, consulenza e marketing visita i siti:

    .
    Per info e contatti: coach@mariocatarozzo.it.

    Iscriviti alla nostra
    Newsletter

    Potrai ricevere le nostre promozioni fatte su misura per te oltre a tante risorse gratuite come e-book, podcast, video e molto altro.