Cos’è lo storytelling e come lo possiamo usare nel public speaking?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Raccontare storie è una delle consuetudini più antiche del mondo.

Le tradizioni si sono tramandate in questo modo da una generazione all’altra; la mitologia si basa sullo storytelling, la nascita dei miti si fonda sullo storytelling. Se ci pensiamo bene, la storiografia è tutta uno storytelling, il racconto di quanto accaduto.

Dunque non stiamo parlando di qualcosa di nuovo, bensì di qualcosa che fa parte della nostra cultura e che una generazione dopo l’altra è entrato a far parte del nostro modo di vivere le cose. Instagram e Facebook sono due modalità moderne di raccontarsi (on line) e di interagire. Partiamo dunque da qui e chiediamoci come possiamo utilizzarlo in un particolare contesto che si chiama public speaking.

Ho il “piacere” di assistere spesso alle performance oratorie di avvocati, commercialisti e altri professionisti che si cimentano nell’arte del parlare in pubblico in occasione di convegni e seminari, oppure anche semplicemente di riunioni con i collaboratori. Senza entrare nel merito del contenuto, entro invece nel merito del modo in cui questo contenuto viene trasmesso all’audience. Quasi sempre assistiamo a situazioni meramente informative, dove lo speaker invece di cercare di coinvolgere il pubblico prendendolo per mano e accompagnandolo a cogliere il contenuto desiderato, si pone come una sorta di “informatore del farmaco” che si limita a descrivere un contenuto in modo più o meno didattico.

 

Si può fare di meglio? Certamente sì. Lo storytelling è appunto lo strumento che permette di “impacchettare” un contenuto – che può essere informativo o anche solo la ratio, il principio che si vuole trasmettere – in un racconto che risulta molto più gradevole da seguire, più semplice da ricordare e più coinvolgente emotivamente.

La domanda ora potrebbe essere: come un avvocato o un consulente del lavoro, per esempio, possono utilizzare lo storytelling nella propria attività convegnistica, o nelle riunioni di studio? Ecco alcuni esempi pratici.

Per un giurista lo storytelling può assumere la forma di racconti di:

  • casi professionali capitati in precedenza (la propria esperienza)
  • casi di studio (case study) utilizzati come modello per spiegare un principio
  • casi giudiziari (il dietro le quinte di un processo o di una decisione)
  • situazioni simili (principio analogico)
  • come si è arrivati ad una certa decisione operativa

.
Il racconto dello storytelling non deve essere una storiella o una favoletta, come mi sono sentito dire una volta in un corso di formazione da un avvocato che non aveva chiaro come applicare alla propria realtà questo strumento. Io sto applicando lo storytelling anche se dico, per esempio: “mentre stavo preparando le slide di questo convegno mi sono confrontato con un collega per chiedergli…”.

.
Infine, ricordate che lo storytelling permette di utilizzare il linguaggio metaforico, il linguaggio analogico, permette di arrivare alla parte emotiva del cervello e quindi di parlare all’inconscio e a quella parte che ha un ruolo fondamentale nei processi decisionali.

Nei prossimi articoli di questo blog tratteremo anche dello storydoing e vedremo alcune tecniche particolari per attuare in modo efficace queste strategie nella nostra comunicazione.

Se avete piacere di vedere all’opera le tecniche di storytelling nel public speaking, vi aspetto in aula al Master Class Business.


Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).