Cosa ci insegna Alessandro Magno sulla vita? I 4 principi, eccoli.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Abbiamo parlato nel precedente articolo di cosa ci ha lasciato Alessandro Magno per il business. E per la vita? Per avere successo quotidianamente cosa è utile sapere? Spiegheremo i 4 princìpi essenziali.

La sua vita fu strepitosa, piena di successi e fece ciò che nessun altro riuscì più a fare in seguito. Perché ottenne questi risultati? Come pensava un personaggio di questo livello?

Sicuramente aveva un talento incredibile, ma non parliamo di genio, bensì di chi ha ragionato in modo diverso dagli altri del suo tempo.

Alessandro utilizzava una logica non ordinaria, straordinaria appunto. Straordinaria, nel senso che usciva dai binari delle abitudini, della cultura dell’epoca e riusciva a vedere ciò che gli altri non riuscivano ancora ad immaginare. Era un visionario, per usare una terminologia moderna.

Ricordiamoci sempre che possiamo realizzare qualcosa se prima ha vissuto nella nostra mente, se l’abbiamo immaginata e poi cu abbiamo creduto. Alessandro era un visionario, ma aveva anche il coraggio poi per rendere concreto ciò che aveva immaginato.

Prima regola

Come prima cosa Alessandro ci insegna che prima di muoverci dobbiamo avere l’obiettivo ben chiaro in mente e non mollarlo più. Dobbiamo concentrarci sulla meta senza farci distrarre dagli ostacoli che si frapporranno. Non importa perdere una battaglia, ma resta concentrato sulla guerra che dovrai portare a casa vittorioso!

Seconda regola

Cerca di avere una visuale completa dello scenario e non solo analitica dei dettagli. Prima parti dal macro e poi vai al micro. Allarga la tua mente e allarga il tuo sguardo: guarda le cose da prospettive diverse, anche dal punto di vista del tuo avversario, così da prevederne le reazioni e prepararti.

Terza regola

Se da un lato devi metterti nei panni del tuo avversario, dall’altro cerca di essere tu imprevedibile, in modo che lui non possa fare lo stesso con te. Sii poco abitudinario, continua ad evolvere, a cambiare, a crescere, a migliorare.

Quarta regola

Non ripetere continuamente gli stessi errori. Se qualcosa non funziona, cambia. Prova altro, cerca di capire come mai non è efficace e agisci in modo nuovo.

Che dite, voi applicate queste regole nella vostra vita? Se sì, allora siete sulla buona strada. Se no, la bella notizia è che potete cominciare a farlo.

Consulta i nostri corsi per capire di quale tipo di spinta hai bisogno. Ti aspettiamo!

Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (PCC, Professional Certified Coach), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti e aziende.

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata in start-up in Italia e all’estero e in percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.