Come scegliere il nome di un brand di successo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Abbiamo già affrontato l’idea secondo la quale solo i grandi studi hanno bisogno di costruire un brand, argomentando come ciò non corrisponda più alla realtà nel mercato di oggi. Dopo aver definito cos’ è un brand, l’attività di rebranding e la sua importanza, parliamo adesso del processo di creazione di un brand di successo.

Per tutti coloro che fino a questo momento hanno sempre scartato l’idea di averne uno, ma iniziano a considerare l’idea contraria, qui potranno trovare qualche consiglio per la sua realizzazione.

Note di base

  • Nell’ideazione di un nuovo brand, è fondamentale la scelta del nome e della forma, funzionali al processo di rappresentazione e di identificazione.
  • È importante il fatto che il brand faciliti il ricordo dello studio, trasmettendone gli ideali.
  • È meglio che sia semplice da ricordare e da pronunciare.

Simboli e parole

  • I simboli, le parole ed i disegni contenuti nel brand dovrebbero sempre assumere un significato di tipo descrittivo o persuasivo.
  • Al fine che non si generino problemi e confusione, è bene che il nuovo brand non sia troppo simile a quello dei concorrenti. Il rischio più grande sarebbe incorrere a problemi legati alla tutela del marchio. Deve, pertanto, essere unico.

Tempi e durata

  • Per essere definito buono e funzionale, un brand deve durare abbastanza a lungo da non richiedere modifiche per almeno una decina di anni o poco meno.
  • Il tempo necessario affinchè le persone lo “facciano proprio”, imprimendolo nelle proprie menti, è un processo molto lento. Un cambio di nome e di forma potrebbe, talvolta, risultare disfunzionale allo scopo per il quale viene costituito.

Con la costituzione del brand ci si trova solo a metà dell’opera. Dopo averlo ideato e creato, ha inizio tutto il processo volto a renderlo noto al proprio mercato di riferimento. Servirsi di opportune strategie di comunicazione e marketing, è fondamentale al fine di ottenere riscontro dando un seguito pertinente al lavoro svolto. Di questo ne parleremo nel prossimo articolo.

Detto ciò, se il vostro obiettivo è incrementare il business, dovete iniziare a porre le basi per una strategia vincente e partire dall’ideazione di un buon brand è il primo passo nella giusta direzione.

Risorse correlate

Mario Alberto Catarozzo

Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (PCC, Professional Certified Coach), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti e aziende.

Luciana Lauber

Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata in start-up in Italia e all’estero e in percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.