Condividi

Avvocati in smart work?

  • Innovazione e tecnologia
  • Marketing e sviluppo business

Indice dei contenuti

COME ESSERE EFFICACI LAVORANDO IN SMART WORKING

I professionisti in queste settimane di emergenza da Covid-19 stanno lavorando più di prima.

Il punto è come stanno lavorando e se ciò che stanno facendo è efficace, oppure no.

Da un articolo pubblicato oggi sul New York Times emerge come ci siano delle forti disuguaglianze e disomogeneità nell’uso degli strumenti di smart working a seconda della tipologia di lavoro svolto e di fascia sociale.

In sostanza, siamo tutti stati messi nelle stessa condizione, isolamento in casa, ma non tutti possiamo o stiamo reagendo allo stesso modo. In alcuni casi non si può fare altrimenti, pensate a chi fa il cameriere, non ha modo di lavorare da casa; tuttavia, la differenza riguarda anche la cultura tecnologica di ciascuno di noi e la dotazione tecnologica.

COSA CI STA INSEGNANDO LO SMART WORKING?

Detta in altro modo, non tutti sanno lavorare da casa, o perché non hanno gli strumenti adeguati (Internet, pc portatili), oppure perché non sanno o non vogliono farlo: resistenze al cambiamento.

La conseguenza immediata è che coloro che non stanno lavorando in smart working sono completamente fermi nelle attività lavorative, con danni decisamente maggiori di coloro che stanno portando avanti a distanza il lavoro, in attesa di ritornare a pieno ritmo.

Per gli studi legali è un passaggio storico fondamentale quello che stiamo attraversando. Infatti non solo devono mettere mano alla fantasia e alla flessibilità improvvisando uffici in casa a dotandosi di strumentazioni tecnologiche, ma hanno l’opportunità per testare nuove modalità di lavoro e di organizzazione, modalità che in una fase successiva potrebbero rivelarsi soluzioni utili per ottimizzare e razionalizzare il lavoro riducendo sprechi di risorse

Lo smart working ci sta insegnando che possiamo lavorare in team a distanza, che sedi diverse possono lavorare come se fossero una sola. Gli strumenti di videoconference ci stanno insegnando che si possono gestire i clienti a distanza, che si può fare formazione a distanza e anche convegni. Il cloud ci sta dimostrando tutta la potenza di avere sempre a disposizione al documentazione di studio per poter lavorare in qualunque momento e location. Insomma, questo shock si dimostrerà molto utile per l’aggiornamento della mentalità e dell’organizzazione di studio legale e della professione di avvocato intera.

COSA FARE ADESSO IN QUESTO PERIODO DI FORTE INCERTEZZA?

Il momento storico è di quelli straordinari che entrano di diritto nei libri di storia. Come in una partita di pallavolo, questo stop improvviso delle attività rappresenta un time-out, solo che non è stato voluto, ma ce lo siamo trovati.

E allora che fare di intelligente?

Demoralizzarsi e preoccuparsi ha poco senso, perché nessuno riesce ad immaginare come sarà il futuro e cosa ci troveremo dopo questo periodo così eccezionale.

La miglior strategia, dunque, è investire su di noi per farci trovare preparati a qualunque scenario si presenterà.

  • Cosa c’è di più strategico e duraturo che investire su di sè?
  • Da dove partire?
  • Cosa ci serve con certezza?

Per rispondere a queste domande abbiamo trasformato i nostri corsi d’aula in corsi fruibili a distanza in webinar live. I primi tre corsi in webinar in programma ad aprile si focalizzano sull’unica certezza che abbiamo e cioè che saremo NOI a creare il futuro.

Ecco perché siamo partiti da ZERO PAURE, per lavorare sul nostro stato emotivo e diventare più forti nella gestione delle emozioni; ZERO LIMITI, per svincolarci da tutte le limitazioni culturali che ci hanno finora bloccato nell’esprimere il nostro potenziale e RINNOVA IL TUO BUSINESS, per avere consapevolezza del futuro della professione, del mercato e prepararci.

Vi aspetto in aula (webinar on line in diretta) in questi tre eventi di aprile 2020.


.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Leggi anche: Verso il lavoro 5.0: webinar: e-learning, videoconference, videotutorial


Mario Alberto Catarozzo - Founder Partner & CEO MYPlace Communications

In evidenza

Risorse correlate

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter

    Mario Alberto Catarozzo

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, è specializzato nell’affiancare professionisti, manager e imprenditori nei progetti di sviluppo e riorganizzazione.
    È fondatore e CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione nel business. Nella sua carriera professionale è stato dapprima professionista, poi manager e infine imprenditore. Per questa ragione conosce molto bene le dinamiche aziendali e del mondo del business. Si è formato presso le migliori scuole di coaching internazionali conseguendo le maggiori qualifiche del settore.
    Collabora con Enti, Istituzioni e Associazioni professionali e di categoria e lavora con aziende italiane e internazionali di ogni dimensione, dalle pmi alle multinazionali.
    È autore di numerosi volumi dedicati agli strumenti manageriali e di crescita personale e professionale. È direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore e autore de “Il Futuro delle professioni in Italia” edito da Teleconsul editore.
    Professional Certified Coach (PCC), presso la International Coach Federation (ICF).
    Per sapere di più sulle attività di formazione, coaching, consulenza e marketing visita i siti:

    .
    Per info e contatti: coach@mariocatarozzo.it.