Come aumentare la visibilità sui social nel legal marketing?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Indice dei contenuti

Uno studio legale che non interagisce con il pubblico su almeno una o due piattaforme di social media risulta di fatto invisibile.

Detto questo, alcuni studi legali hanno ancora difficoltà a implementare strategie di social media marketing efficaci che guidino davvero il coinvolgimento e i lead di qualità. Ecco una lista in 5 punti che vi aiuterà a mettere insieme una strategia affidabile per aumentare la visibilità sui social.

APPROFONDISCI L’ARGOMENTO SUL MIO ULTIMO LIBRO “A NEW START
– L’OFFICE MANAGEMENT COME MOTORE DI CAMBIAMENTO NEGLI STUDI PROFESSIONALI –
EDITO DA BOSTON PUBLISHING (DICEMBRE 2020)

PRIMO. TARGET: DEFINITE IL VOSTRO TARGET

La parte più importante della pianificazione della vostra strategia è conoscere il target. Tutto ciò che fate, inclusi i post sul blog che scrivete, sarà orientato a nutrire e far crescere il vostro target. Più chiaramente lo definirete, meglio potrete capire come e dove raggiungere i vostri migliori potenziali clienti. Dovreste essere il più dettagliati possibile quando considerate chi state cercando di raggiungere: età, sesso, professione, stato civile. Il vostro pubblico non dovrebbe essere ampio come “le persone che hanno bisogno di un avvocato”, ma definito in modo specifico per progettare materiale di marketing che parli direttamente a loro e quindi li coinvolga.

SECONDO. PIATTAFORME: SELEZIONATE LE VOSTRE PIATTAFORME

Dopo aver definito il vostro target, vi consigliamo di fare alcune ricerche su dove il vostro pubblico è più attivo e probabilmente interagirà con la pagina del vostro studio legale. Se il vostro pubblico è composto da professionisti, è probabile che siano su LinkedIn e Twitter. Se state cercando “millennial”o anziani in pensione, probabilmente faresti meglio a orientarvi su Facebook, YouTube e Instagram. La maggior parte dei canali di social networks fornirà una ripartizione dei dati demografici del target, utili a monitorare la vostra attività online. Sarà utile tenere sotto controllo anche i sondaggi del settore che possono rivelare informazioni preziose per guidare la tua decisione, così come verificare dove sono attivi i vostri concorrenti. Scegliete poi poche piattaforme su cui dare il meglio della vostra strategia di legal marketing.

RICEVI IL NOSTRO EBOOK GRATUITO
COME AVERE SUCCESSO SU LINKEDIN”:
COMPILA IL FORM E LEGGILO NEL FORMATO PDF

TERZO. CONTENUTI: CREATE E CURATE CONTENUTI CHE PARLINO AL VOSTRO PUBBLICO

Con un pubblico chiaramente definito e obiettivi realistici in mente, il passaggio successivo è creare e condividere contenuti che siano in linea con i vostri obiettivi e forniscano un valore reale. Una regola generale è che il contenuto che scegliete di condividere dovrebbe essere circa il 30% vostro e circa il 70% da fonti esterne. L’idea è di dimostrare che siete informati e aggiornati nella vostra area di specializzazione senza far sembrare il vostro contenuto un interminabile spot pubblicitario autopromozionale. Tenete presente che non tutti i contenuti sono adatti a tutte le piattaforme di social media e che quindi vanno pensati diversamente per ognuna.

QUARTO. OBIETTIVI E ROI: DEFINITE OBIETTIVI DI MISURAZIONE E ROI CHIARI E REALISTICI

Mentre state pianificando la strategia sui social, è imperativo identificare quali sono i vostri obiettivi e sviluppare metriche chiare per monitorarli. Se non ricevete visualizzazioni di pagina, condivisioni e i visitatori non interagiscono con i vostri contenuti, non state generando alcun ritorno sull’investimento (ROI). Tra gli obiettivi che potreste avere ci sono: la brand awareness (la conoscenza di marca), il traffico sul vostro sito Web, la generazione di nuovi contatti per le newsletter e l’acquisizione di nuovi clienti. Oltre a “Mi piace” e “followers”, dovrete capire quante persone interagiscono con i vostri contenuti. Monitorate l’andamento del vostro pubblico su ciascuna piattaforma e se volete migliorare la vostra crescita, considerare le modifiche alla frequenza, agli argomenti o al formato dei contenuti.

QUINTO. INTERAZIONE CON IL PUBBLICO: CREATE CRITERI SU COME RISPONDERE AL VOSTRO PUBBLICO

Se più di una persona interagisce con il vostro pubblico, è importante assicurarsi che tutte le persone coinvolte sappiano cosa ci si aspetta da loro. Le risposte dovrebbero apparire unificate e coerenti. Il brand rappresentato dovrebbe essere sempre quello del vostro studio legale, non dei professionisti che vi collaborano. È particolarmente importante che tutte le persone coinvolte sappiano come gestire i commenti, anche quelli negativi. Rispondere in modo improprio ai commenti negativi può danneggiare gravemente la vostra reputazione.

SCEGLI NOI COME PARTNER DELLA TUA COMUNICAZIONE SUL WEB
E COSTRUIAMO INSIEME IL TUO BRAND ON LINE!
SCOPRI DI PIÙ: www.myp.srl/consulenza-web-marketing

CONCLUSIONI

Abbiamo visto che per aumentare la visibilità sui social non basta avere una presenza online con il vostro brand, ma occorre una strategia di marketing efficace. Rivediamo quindi i 5 passi per aumentre la visibilità del vostro brand:

  • Il primo passo è definire il vostro target circoscrivendolo per area geografica, età, sesso, professione, stato civile e le keywords di ricerca più attinenti alle attività del vostro studio legale.
  • Il secondo passo è scegliere le piattaforme di social network adeguate, tenendo conto che Facebook è utilizzato maggiormente dagli over 35 e Instangram dalle fasce più giovani, mentre LinkedIn e Twitter per un uso più professionale.
  • Il terzo passo che dovrete compiere è creare e curare contenuti che parlino al vostro pubblico, dove il 30% dovrebbe essere di vostra ideazione e circa il 70% da fonti esterne per non fare apparire il vostro messaggio come auto promozionale.
  • Il quarto passo è quello di definire obiettivi di misurazione e ROI chiari e realistici, come la brand awareness, il traffico sul vostro sito Web, la generazione di nuovi contatti per le newsletter, per poi monitorarne i risultati.
  • L’ultimo e fondamentale passo è creare dei criteri su come rispondere al vostro pubblico, una sorta di sistema di customer care però visibile al vostro pubblico di clienti e potenziali clienti. Le risposte date da qualsiasi vostro collaboratore dovrebbero apparire unificate e coerenti, rappresentare il brand del vostro studio e non arrecare danni d’immagine.

Nel prossimo articolo affronteremo in dettaglio come definire il vostro target, non mancare!

VUOI LEGGERE IL PRIMO PASSO DEDICATO AL TEMA?
LEGGI “STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE: ANALISI DEL TARGET DI RIFERIMENTO NEGLI STUDI PROFESSIONALI

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Leggi anche: “Branding e naming dello studio legale nelle strategie di marketing


Risorse correlate

RISORSE

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

#ascoltailtuofuturo

Siamo entrati nel decennio che cambierà la storia dell’umanità,. Da qui al 2030 avremo robot come colleghi, Intelligenza Artificiale che gestirà buona parte dei processi produttivi e organizzativi, le relazioni, che saranno profondamente digitalizzate, logiche di mercato completamente diverse. Vedremo nei prossimi anni la nascita di professioni che oggi non esistono e la fine di professioni a cui siamo abituati. Lo smart working sarà la norma, lavorare a distanza, in modo liquido, in rete, senza orari sarà lo standard. Questo manuale offre una visione sul futuro delle professioni e del business. Partendo da ciò che il futuro ci riserva accompagneremo il lettore a comprendere quali scelte effettuare per organizzare al meglio la propria attività , scegliere e formare i collaboratori, sviluppare business ed essere protagonista del nuovo mercato professionale. Strumenti, tecniche, principi di soft skills, coaching e comunicazione per offrire un manuale agile e completo da tenere con sè come carta nautica giorno dopo giorno. Autore Mario Alberto Catarozzo è formatore e coach con una lunga esperienza sui temi della comunicazione, negoziazione, leadership, crescita personale e professionale. Svolge attività di formazione e coaching per studi professionali, liberi professionisti e manager impegnati in processi di sviluppo e cambiamento.

Collaboriamo con

Iscriviti alla newsletter

Riceverai le nostre promozioni fatte su misura per te

    QUESTO SITO È PROTETTO DA RECAPTCHA E LA PRIVACY POLICY E TERMS OF SERVICE DI GOOGLE.

    Mario Alberto Catarozzo

    Mario Alberto Catarozzo è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzato nel mercato dei liberi professionisti e degli studi professionali dell’area giuridica-economica (avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti), dei manager e degli imprenditori. Founder PartnerCEO di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo del business, lavora da oltre 25 anni nel mondo delle professioni ed è Coach certificato ICF (Internationale Coach Federation), con specializzazione in PNL (Practitioner e Master Practitioner), Problem Solving e Negoziazione. Speaker in diversi programmi radio e podcast, è direttore di collana e autore di manuali e saggi. Collabora con Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulla formazione manageriale e imprenditoriale per professionisti (soft skills) e aziende.
    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzato nel mercato dei liberi professionisti e studi professionali dell’area giuridica-economica: avvocati, notai, consulenti del lavoro, commercialisti, manager e imprenditori. Sono CEO di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business e da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione ed editoria (sono stato manager in Maggioli Editore e Il Sole 24 Ore). Ho conseguito la qualifica di Licensed NLP Coach™ rilasciata dalla Society of NLP di Richard Bandler (USA) e ho due specializzazioni: Team Coach Professionista e Life Coach Professionista. Ho due livelli di specializzazione in PNL, Practitioner e Master Practitioner. Presso la STC Nardone Group mi sono formato in Problem Solving e Coaching Strategico®. Speaker al TEDxModena e al Philip Kotler Marketing Forum, collaboro con diverse Università, Ordini professionali e Associazioni di categoria sulle tematiche soft skills e strumenti di managerialità. Sono direttore della collana Studi Professionali di Alpha Test Editore, dedicata alle soft skills e strumenti di managerialità per professionisti e studi professionali, e autore di diverse pubblicazioni in tema di soft skills e crescita personale e professionale. Sono Associate Certified Coach (ACC), presso la International Coach Federation (ICF) e Coach Professionista Associato AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti).

    Luciana Lauber

    Luciana Lauber è Formatore, Business Coach professionista e Consulente specializzata nel mercato degli studi professionali: per 20 anni General Manager di Studi Legali Internazionali, specializzata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. 
    Da Gennaio 2020 PartnerGeneral Manager di MYPlace Communications, società dedicata alla consulenza, formazione e marketing per il mondo business.
    Professional Coach e Team Coach ICF (International Coach Federation) nonché Practitioner in PNL, con specializzazione in Consulenza Organizzazione e Marketing.

    Formatore, Business Coach professionista e Consulente, sono specializzata nel mercato degli studi professionali: per anni sono stata General Manager di Studi Legali Internazionali. Mi sono occupata di start-up, in Italia e all’estero, e di percorsi di carriera all’interno degli studi professionali. Sono specializzata in Organizzazione e Marketing. 
    Da Gennaio 2020 sono Responsabile del Business Development per il coordinamento delle attività strategiche di MYPlace Communications, società dedicata al marketing e comunicazione per il mondo business.
    Ho conseguito la qualifica di Professional Coach e Team Coach riconosciuta da ICF (International Coach Federation) e ho conseguito inoltre il Practitioner in PNL (Unicomunicazione Srl NLP Italy School).